back to » Centrale

Sardegna: Spiaggia di Murtas - Quirra

Sardegna: Spiaggia di Murtas - Quirra Sardegna: Spiaggia di Murtas - Quirra Maurizia Novelli
(0 Voti)

Lungo la costa orientale della Sardegna, a circa 25 miglia a S di Arbatax e ad appena 6 miglia a N di Porto Corallo, si apre una isolata spiaggia di sabbia bianca lunga circa 6 Km , incastonata in un paesaggio selvaggio e pochissimo antropizzato, se si esclude qualche postazione militare. Si tratta della spiaggia di Murtas.

murtas 2 generale earth

Questa bella spiaggia è contenuta nel Poligono di tiro di Quirra: fino a qualche anno fa in tale zona era vietato l’ingresso, ma dal 2017 è diventata fruibile nei mesi estivi (da giugno a settembre).

La seguente mappa riporta i confini dell’area militare di Quirra.

murtas 3 poligono militare di quirra

In seguito alla nascita di animali deformi e ad una sospetta insorgenza di tumori nella popolazione, si è aperta una lunga inchiesta circa le attività militari che la Nato, di stanza a Quirra, ha svolto negli anni nella zona del poligono, con conseguente presunto inquinamento da metalli pesanti, tra cui, pare, l’uranio impoverito.

Detto ciò, noi abbiamo pensato che non avrebbe potuto essere particolarmente nocivo sostare qui per qualche ora e ci siamo goduti serenamente questo bell'ancoraggio. (Ovviamente questa è una opinione del tutto personale).

D'altronde questa situazione, con inchieste in corso e accese polemiche, non è poi tanto dissimile da quella dei poligoni di tiro di Teulada e Capo Frasca.

Avvicinamento, pericoli

Navigando in questo tratto di costa conviene tenere acceso il VHF sul Ch16, in modo da poter ricevere eventuali comunicazioni dalle motovedette militari.

In avvicinamento da N, tenersi lontani da Punta Murtas, dalla quale sporgono abbondantemente a SE dei bassifondi rocciosi. Tenersi, per prudenza, al largo della batimetrica dei 20 metri.

murtas 4 dettaglio avvicinamento earth

La seguente fotografia è stata scattata al traverso di Punta Murtas: vi si distinguono i bassofondi rocciosi cui prestare attenzione.

murtas 5 avvicinamento torre murtas

La vista dell’ancoraggio si apre completamente dopo aver doppiato gli scogli che sporgono da Punta Marras (foto seguente)

murtas 6 ancoraggio

In avvicinamento da S, prestare attenzione ai bassifondi rocciosi che sporgono abbondantemente a ENE di Punta Sa Tramatzu, (la punta immediatamente a N di Porto Corallo).

Anche in tal caso si suggerisce di mantenersi sulla batimetrica dei 20 metri.

Ovviamente occorre prestare attenzione anche all’Isolotto di Quirra (poco più che uno scoglio) e alle secche rocciose che sporgono fino a circa 600 metri ad E dell’isolotto.


murtas 7 isolotto di quirra

 

Ancoraggio

La spiaggia di Murtas, come abbiamo già detto è lunga 6 Km e si estende da Punta Marras a N a Capo San Lorenzo a S.

La zona più a N della spiaggia è costituita di piccoli ciottoli di colore bianco e nero.

Più a S la spiaggia è di sabbia bianca..

murtas 8 spiaggia

Alle spalle della spiaggia si è formata una ampia piana alluvionale, caratterizzata da zone paludose dovute alla difficoltà che i due corsi d’acqua Flumini Durci e Flumini Pisale incontrano, nei periodi secchi, di aprirsi una bocca a mare e che di conseguenza restano a lungo imprigionati al di qua della spiaggia, con accumulo di acque stagnanti.

Nella zona umida è possibile osservare fenicotteri e germani reali.

La zona immediatamente a S di Punta Marras sarebbe quella più riparata da venti di N e NW ma è caratterizzata da fondo di alghe e rocce e da cattiva tenuta.

Il fondo migliora spostandosi un po' più a S, dove si possono trovare ampie sacche di sabbia di buona tenuta, su un fondo di 5-7 metri.

Noi ci siamo fermati qui la prima volta solo per una breve sosta diurna e per un bagno prima di entrare a Porto Corallo, e in quella occasione abbiamo molto apprezzato i colori del mare, la bella spiaggia poco frequentata, l’ambiente selvaggio.

murtas 9 spiaggia

Successivamente, vista la buona esperienza precedente, ci è capitato di tornare altre volte e di fermarci anche più di una notte per ridossarci da un maestrale teso, che abbiamo sostenuto senza difficoltà.

In tale posizione non abbiamo rilevato l’inconveniente che alcuni riportano circa un odore molto sgradevole e un fastidioso intorbidamento dell’acqua, molto probabilmente dovuti alla presenza della zona umida di cui abbiamo parlato prima.

Forse entrambi i problemi sono legati a particolari situazioni atmosferiche e non si manifestano sempre.

L’ancoraggio più a S, quello immediatamente a N di Capo San Lorenzo, è caratterizzato da fondo di 4-6 metri di sabbia ed è quello più riparato da SW.

Ovviamente entrambi gli ancoraggi sono molto aperti ed esposti alla anche minima risacca.

Da evitare assolutamente con previsioni di vento e mare da E.

Servizi a terra

 Bidoni per la raccolta differenziata dei rifiuti.

Un tratto della parte centrale della spiaggia è riservata ai cani.

Noi ricordiamo con piacere questo ancoraggio, che ci ha colpiti per l’insolita tranquillità, la spiaggia quasi deserta anche in alta stagione e le pochissime barche ancorate.

Se si desidera passare la notte in porto, ci si può spostare agevolmente a Porto Corallo, che si trova ad appena 6 miglia a S.

 

share this item
facebook googleplus linkedin rss twitter youtube
item hits
Letto 390 volte